Skip to content
26 maggio 2010 / librobianco

Quando inizia domani


Tempo fa ho letto un piccolo libro scritto da un amico a me molto caro, che ora vi presento con una piccola recensione, perché rappresenta il vero significato dell'amore, quello senza limiti, confini o pregiudizi. Amore è solo amore.

         Titolo: Quando inizia domani

         autore: Sergio Postorino

         editore: altromondoeditore

         ISBN: 978 88 6281 055 5

         pagine: 56

Nel romanzo breve Quando inizia domani, Sergio Postorino narra di un amore tra uomini con estrema semplicità e senza troppe strutture, dal momento che, come dice l'autore stesso, "l'amore non ha confini, non ha sesso, non rispetta gli appuntamenti, non ha grandi idee, non ha necessariamente progetti da realizzare non si cura di apparire giusto agli occhi degli altri, ma è dentro al cuore". Un libro breve che si legge con piacere e che mette in evidenza come l'amore abbia mille sfacettature e vada al di là delle convenzioni sociali, per chi crede che l'amore non sia a senso "unico", che possa coinvolgere chiunque, che non deve essere ghettizzato, nascosto, criticato, ma solo vissuto.
Il romanzo di apre con una dedica: "Questo racconto è dedicato a tutti quelli che hanno paura di amare e di essere se stessi", poichè l'autore ritiene che aver paura di amare è come vivere una vita che non è la propria, non è quella che si sente veramente ma quella che si è scelto di interpretare. Mentre a prescindere dalle categorie che vengono imposte (gay, bisex, etero) amare è solo amare e null'altro. Quando inizia domani è una grande storia d'amore in un piccolissimo libro, la storia di due persone che si amano, ma non si possiedono l'un l'altro e nemmeno lo vogliono, perchè l'amore non è possedere niente e nessuno, ma soltanto un sentimento che riempie il cuore. Un romanzo disperato ma anche pieno di speranza, pieno di musica, ma soprattutto un inno all'amore, quello che molti uomini e donne per paura, per timore di essere giudicati, evitano di vivere e spesso di raccontare anche a se stessi.

Un'epigrafe tratta da una poesia di Fernando Pessoa, dà il via alla lettura di questo libro:

"Tutto ciò che è stato,
se lo abbiamo visto quando era,
quando se ne va è
tolto da dentro di noi.
Alla fine rimarrà ciò che è rimasto di ieri
e ciò che rimarrà di domani;
l’ansia insaziabile e molteplice
dell’essere sempre la stessa persona
e un’altra"

                                                                                                               Patrizia Mezzogori

(lo si può trovare anche  qui ) 
 

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: