Skip to content
21 giugno 2010 / librobianco

Attimi



Attimi rubati fuggono in fretta
simili a un torrente in piena
che scorrendo porta a valle,
gelosamente custoditi,
sguardi e pensieri racchiusi
tra le fessure di quei ricordi
che, come lucciole, si accendono
di luce quando a sera
tornano in vita antiche ombre.

E mentre il vento ruba
le foglie dai stanchi rami,
librandole in turbinii danzanti,
silenziosa e malinconica
scende una lacrima
su vetri fortemente appannati
e si nasconde, all'occhi e all'anima,
il calore di un tramonto caldo.

Patrizia Mezzogori

 

(immagine dal web)

Annunci

One Comment

  1. samgangee / Giu 25 2010 2:37 PM

    sono furti d'amore, gli attimi che rubiamo…

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: