Skip to content
20 luglio 2010 / librobianco

Fingerò


Sergio Postorino, autore del video, declama la mia poesia "Fingerò"


Fingerò che il buio non regni
nelle lunghe giornate deserte
che s'intrecciano nel cammino
verso quella ragione che il cuore
normalmente non vuole sentire

e nel riflesso di un falso mattino,
mentre il vento soffia incurante
lungo un sentiero di foglie morte,
partirò per un lungo viaggio

Potrà durare ore oppure mesi,
questo peregrinare verso l'ignoto
lasciando incustodito il destino
per vivere di sfumature invisibili
in uno spazio senza tempo
dove le parole son fatte d'aria
ed i tramonti di falsi colori

Nella mancanza del quotidiano
discretamente lascerò orme
che s'allontanano dall'essere vera,
per indossare la mesta veste
di chi nelle mani porta un copione

                                                      Patrizia Mezzogori

(immagine dal web)

Annunci

One Comment

  1. verdefronda / Lug 25 2010 6:37 AM

    Molto bella questa poesia. In un'area di diffuso sconforto non si perde un filo di speranza di tornare ad essere se stessi.   Un caro saluto.  GiorgioGrazie per la gradita visita al mio blog e per l'amicizia nata fra di noi.

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: