Skip to content
6 settembre 2010 / librobianco

Nel palmo della mano


 
Avvolta da un'impenetrabile velo
mi appare eterea e fuggevole
in un cielo freddo e sordo
ad ogni rumore, la tua figura.

Fra catene e carezze
di un sogno impossibile,
caduto nell'oblio di un sonno
che pace non trova,

mi riportano a te invisibili pensieri,
così sottili e malinconici
da essere impressi
nella tela di un triste quadro,

insieme alle illusioni
troppo a lungo trattenute
nel palmo della mano

Patrizia Mezzogori
 

(Nell'immagine opera di Joaquin Moragues)

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: