Skip to content
20 gennaio 2011 / librobianco

Granello di sabbia


Sperduta nello strazio delle parole

che hanno ferito il cuore,
mi aggrappo alla poesia 
trascinando i piedi
in un'impervia salita 
che appare senza fine
 
Non elemosinerò la tua attenzione
ne quell'amore tanto dichiarato
che solo lacrime di sangue
han saputo far nascere,
offuscando ogni pensiero
con pungenti domande 
 
Ruderi spinosi, diroccate  melodie
in un vortice snervante di trabocchetti, 
hanno eroso ogni mia forza
rendendomi ancora una volta
granello di sabbia 
intrappolato in una clessidra
 
Patrizia Mezzogori

 

Scritta traendo ispirazione da una poesia di Kahlil Gibran 

(immagine dal web)

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: