Skip to content
23 marzo 2011 / librobianco

Clochard

 …
Arreso, vivi nella vita
l’indifferenza della gente
che sorda al grido di dolore
va rovesciando ricchezza
e sorpassa ignara stenti e freddo
che ti frantumano l’ossa
e lanciano strali al cuore.
Perduto vivi nel buio,
macchia nera nella notte,
un intralcio vuoto da rimuovere.
Sotto a ponti e dentro a parchi
lasci cartoni rotti,
il segno d’un eccentrico fallire
tirato a riva di giorni in pena.
Nessun amico se muori
sotto il pianto della luna
zuppo d’acqua al midollo,
a nessuno importerà.
Solo l’unico compagno
d’un vivere disperato
quel cane che con te ha patito,
avrà un lamento sordo.
© Grisby60 e Patrizia Mezzogori 

(nell’immagine opera di Alice Huertas )

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: