Skip to content
29 marzo 2011 / librobianco

Il cielo della poesia

 …
 Il cielo della poesia non si arresta,*
non lo ferma una lacrima sulla pelle
quando la notte s’annoda in incubi 
che con forza cerca d’assopir la mente.
E’ una sensibilità diversa
a far sorgere ogni giorno il sole
e ch’ apre l’animo all’amore
come bocciolo nuovo a primavera.
Il cielo della poesia non si arresta*
se la peccaminosa ingenuità
del dubbio va a divenire follia
e pervade i minuti d’ogni mio dì,
e io corro incontro alla magia 
fatta d’emozioni e palpiti del cuore
che, scalpitando, l’inchiostro riversa
come cascata impetuosa sulla carta…
©  Patrizia Mezzogori

* le parole in corsivo sono
della poetessa Alda Merini

(nell’immagine Fiore velato dal web)

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: