Skip to content
23 maggio 2011 / librobianco

Intreccio di pensieri

 

 …
Allontano le paure, 
braci alimentate dagli inganni
che bruciano la voglia di rincorrere sogni,
libero il cuore da catene arrugginite
dal costante cigolio scandito 
da minuti ed ore,
giorni nati da compagnie senza domani
vissute tra utopie senza meta
che nulla donano se non sofferenza.
Inquietudine mi è compagna
nel ricercar me stessa, 
una personalità spesso non riconosciuta,
cresciuta sull’ideologia creata da chi
sa solamente imporre comportamenti
e vive in un mondo d’acidità e veleno,
tra i muti sospiri che imprecano al cielo
l’abbandono colmo di ronzii spettrali,
ombre in fuga nelle tortuose vie mentali
creano orribili ferite tra le pieghe dell’anima.
Tra specchi frantumati raccolgo cocci
di sperdute memorie ed intravedo luci soffuse
in infiniti orizzonti di mari lontani,
rintocchi di vita lungo canali di note 
e riflessi d’incanto aureo 
per poi volteggiare in spirali d’amore
vestendomi di calore e squarci d’armonia.
©  Patrizia Mezzogori

(nell’immagine Riflessi di Gregory Williams)

Annunci

2 commenti

  1. almerighi / Mag 26 2011 2:36 PM

    giorni nati da compagnie senza domani: verso sutpendo e originale

  2. librobianco / Mag 26 2011 2:55 PM

    Grazie 🙂

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: