Skip to content
14 giugno 2011 / librobianco

Sedōka


Verso il tramonto
improvvise le stille
bagnano un triste viso
 …
Piange una madre
il figlio ormai lontano
era luce dei suoi occhi
 …
Ricorda il bimbo
allattato al suo seno
con un dolce sorriso
 …
Mani violente
hanno reciso il fiore
più bello del giardino
 …
Fiorisce ogni anno
una rosa scarlatta
per portare conforto
Sussurra lieve
non piangere madre mia
io ti sono vicino
Nell’aere io vivo
sono angelo nel cielo
ho salvato un piccino  
 …
Ti dia la forza
questo mio sacrificio
madre cara adorata
 …
Ai bimbi soli
dona amore e calore
sono io ognuno di loro
 …
Ogni carezza
sul loro dolce viso
dona anche a noi un sorriso
 …
©   Patrizia Mezzogori
Nota: poemetto, se così si può chiamare,
formato da una serie di  Sedōka

Foto di Patrizia Mezzogori

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: