Skip to content
20 settembre 2011 / librobianco

Maschere…

 

 

Maschere indossate ogni giorno
per celare al mondo il tormento ,
un copione recitato a memoria
per coloro che non provano alcuna pietà,
– nemmeno del morente –
ma credono la vita un continuo giro di giostra
con giullari e buffoni alla corte del re.
Vite parallele che mai s’intrecceranno,
inconsapevolmente unite da un destino
che nessuno esclude dal provare gioia,
tristezza, sofferenza o disperazione.
Maschere che mostrano un candido sorriso,
malcelate ombre contornate di niente
in fuga da un deserto vuoto e silenzioso,
da sguardi stranieri e selvaggi
alla ricerca di un caldo rifugio,
dove odori caldi e penetranti
riescono ancora a dare senso alla vita.

© Patrizia Mezzogori
20/09/2011

 

 

(immagine dal web )

Annunci

2 commenti

  1. almerighi / Set 20 2011 3:05 PM

    maschere e teatro e tragedia, ripenso sempre le maschere di Eyes wide shut; e a quelle di Jim Morrison, bellissima poesia

  2. iceAsterisk / Set 22 2011 2:24 PM

    la maschera
    chi non l'hai messa?
    impossibile vivere nel nostro mondo senza maschere..!
    no, non è per essere ipocriti!
    più per salvare il meglio di noi dall'ipocrisia

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: