Skip to content
15 novembre 2012 / librobianco

La fabbrica

Tra la nebbia che accompagna
il risveglio delle prime luci del giorno,
intravedo alti cancelli che s’aprono
come fauci fameliche e attendono,
senza mai essere sazie, di nutrirsi
con la fatica e il sudore della fronte
di coloro che vestono tute di blu colorate.
Ed eccola che si staglia orgogliosa
in tutta la sua imponenza
la fabbrica di ciminiere e officine,
dove il robotico ed incessante
lavoro alle catene di montaggio
rischia d’ingoiare anche la dignità
di noi operai, sudditi d’un salario
che chissà per quanto ancora
potrà assicurarci un domani.

 

© Patrizia Mezzogori

13.11.2012

.

Cliccando sulla foto si può visualizzare l’ebook fotografico di Duilio Bitetto, che con grande piacere ha inserito le mie parole nella sua presentazione di foto

 

.

Annunci

18 commenti

  1. Rebecca Antolini Pif / Nov 15 2012 6:29 PM

    Sai ai operai in genrale non pensa nessuno… ti da onore questa poesia, lo faccio leggere al mio Gianni… ti abbraccio Pif ♥

    • Patrizia M. / Nov 15 2012 6:32 PM

      E’ merito di Duilio se l’ho scritta, infatti poi l’ha inserita nel suo ebook di foto sulla Fabbrica. Fagli vedere anche quello a Gianni, c’è anche quello che ha scritto Ivana e le foto di Duilio sono molto belle. Ti basta cliccare sulla foto che c’è sotto alla poesia.
      Abbraccio a te cara Rebecca
      Ciao, Pat

  2. massimobotturi / Nov 15 2012 7:26 PM

    la fabbrica è la colonna sonora della gente semplice, della gente che mantiene tutti e riceve in cambio le briciole

    • Patrizia M. / Nov 15 2012 9:06 PM

      Proprio così caro Massimo!!

  3. Vito M. / Nov 15 2012 11:34 PM

    Complimenti sorelina, una meraviglioso pensiero il tuo, vestito di splendida poesia, per chi giorno dopo giorno e per uno stipendio non certo elevato, cerca di dare dignità alla propria vita, onorandosi con quel lavoro che oggi viene sempre più a mancare.
    L’italia industriale, non può fare a meno di loro, e deve assicurare loro dignità, sono la spina dorsale dell’economia, anche se, qualcuno fa finta di non capirlo.
    Ancora complimenti per questa splendida poesia…. molto bello anche l’e-book di Duilio Bitetto.
    Serena notte, con amicizia, Vito

    • Patrizia M. / Nov 16 2012 12:03 AM

      E purtroppo faranno ancora finta di non capirlo, è questo uno dei grandi problemi,caro fratellone
      Grazie anche a nome di Duilio
      Serena notte a te, Pat

  4. arthur / Nov 16 2012 9:29 AM

    Evvabè, ripeto ciò che ho già scritto? 😆

    E di Ventolino, ahimè, neanche l’ombra. 😉

    • Patrizia M. / Nov 16 2012 9:34 AM

      Forse è impegnata con altre cose, ma arriverà sicuramente 🙂
      Ciao ciao

  5. carla / Nov 17 2012 12:06 PM

    Veramente un bellissimo lavoro. Le parole delle poesie arrivano in modo toccante e fanno riflettere ancora una volta sulle difficoltà del lavoro in fabbrica.
    Le fotografie sono una realtà parlante.
    Sono orgogliosa di Voi tutti. 😉
    Complimenti! 🙂

    • Patrizia M. / Nov 17 2012 11:08 PM

      Il grande merito è di Duilio che ha lanciato l’idea 🙂
      Grazie di cuore Carla
      Ciao, Pat

  6. semprevento / Nov 19 2012 1:12 AM

    Ciao Pat..io l’avevo letta in anteprima… 🙂
    e lo dico lo stesso, Bellissima!!!
    ……un bacio…ma grandeeeeeeeeeeeeeee così!
    🙂

    • Patrizia M. / Nov 19 2012 1:18 AM

      Bellissimo anche ciò che hai scritto tu, soprattutto perché vissuto in prima persona
      Bacione grande anche da parte miaaaaaaaaaaaa 🙂

  7. Alessandra Bianchi / Nov 19 2012 9:21 PM

    E’ molto bella, cara Patrizia. Soprattutto molto vera. Qui si parla di vita. Vita autentica, sofferta, e questo è un tuo grande merito.

    • Patrizia M. / Nov 19 2012 11:06 PM

      Questa volta il merito, come ho già detto, è di Duilio che mi ha coinvolta nella sua iniziativa. Lui ha messo le sue splendide foto, io e Ivana le parole
      Grazie di cuore Alessandra
      Serena notte, Pat

  8. Rosemary3 / Nov 21 2012 2:49 PM

    Ho letto con verso trasporto i tuoi stupendi versi che profumano d’amarezza profonda: hanno ben dipinto la vita degli operai in fabbrica, evidenziandone le sofferenze…
    Bel lavoro di Duilio Bitetto riguardi l’e-book…
    Ros

    • Patrizia M. / Nov 21 2012 6:37 PM

      Grazie di cuore Ros, anche da parte di Duilio
      Ciao, Pat

  9. zebachetti / Nov 27 2012 11:35 PM

    Tra i tuoi ultimi post ho scelto di fare il commento qui. mi ha colpito, è triste, dura, non so perchè infonde anche speranza. a me ha dato questa impressione Complimenti un sorriso per una serena notte

    • Patrizia M. / Nov 28 2012 8:16 AM

      La speranza di chi ha la paura di perdere il lavoro e sono veramente tanti purtroppo!!
      Grazie Nazzareno. Buona giornata
      Pat

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: