Skip to content
26 gennaio 2014 / librobianco

Tormento

 

Il tormento agita l’anima e il cuore
al sol pensarti da me lontano
e come le falene si agitano
contro le pareti di una lanterna,
le fronde delle mie illusioni
stancamente dondolano in refoli d’aria.
Sognando seguo un irto sentiero
che porta verso la follia,
lunga agonia che non trova pace
trasformandosi in una lenta tortura
che troverà sollievo solo nell’oblio.

.

© Patrizia Mezzogori

26 gennaio 2014

Annunci

12 commenti

  1. claprof / Gen 27 2014 1:44 AM

    Grande Pat!!!
    Un abbraccio di cuore
    Cla

    • Patrizia Mezzogori / Gen 27 2014 6:11 PM

      Grazie di cuore Claudio.
      Un abbraccio a te, Pat

  2. Rebecca / Gen 27 2014 5:21 PM

    Per me è sempre molto difficile commentare le poesie.Sono stati d’animo spesso intimi e personali,pero’ in questa mi vedo allo specchio.Molto bella…

  3. Vito M. / Gen 27 2014 6:22 PM

    Splendida, Sorellina, il sentimento si taglia a fette, un senitmento di grande malinconia, ma pur sempre un sentimento, anche se figlio di una delusione.
    Ti auguro una buona serata, con amicizia, Vito

    • Patrizia Mezzogori / Gen 27 2014 8:53 PM

      Grazie caro Fratellone.
      Buona serata anche a te e famiglia.
      Pat

  4. massimobotturi / Gen 27 2014 7:41 PM

    a volte sembra insopportabile, vero?

  5. arthur / Feb 4 2014 7:48 PM

    Che Patrizia che sei!!!

    Bella poesia. 🙂

  6. Walter / Mar 2 2014 12:12 AM

    Anche il tormento ha i suoi lati positivi. Quando si pena o si prova dolore fisico, si è sicuri di essere vivi. Bella poesia.

    • Patrizia Mezzogori / Mar 2 2014 12:15 AM

      Hai perfettamente ragione Walter, anche se non è che sia piacevole!
      Ti ringrazio. Ciao, Pat

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: