Skip to content
12 giugno 2016 / librobianco

Pupazzo triste

.

Pupazzo triste
che cammini a testa bassa
per le strade del destino.
Il tuo viso non conosce
sorriso, le tue guance
non conoscono carezze,
solo la solitudine
ti è perenne amica.
Pupazzo triste
che non conosci l’affetto,
di giorno in giorno
vaghi alla ricerca
di un appiglio
che possa donarti
nuova forza per
continuare a vivere.
.
Patrizia Mezzogori
.

© 18 gennaio 2016
.

Annunci

6 commenti

  1. Rebecca Antolini / Giu 13 2016 6:25 AM

    😦 … e una realtà dolorosa

  2. silviatico / Giu 13 2016 5:57 PM

    Grande e triste”Pupazzo” incombente al pari d’un destino già scritto…
    Magica e realistica figura più che mai umana…
    Un bacio d’infiniti azzurri…..

  3. Walter / Giu 13 2016 8:23 PM

    Poesia maledettamente triste, ma è struggente, bella, vera.
    Ciao Pat, grazie per questi versi.

    • Patrizia Mezzogori / Giu 14 2016 10:25 AM

      Grazie a te per l’apprezzamento caro Walter.
      Un abbraccio, Pat

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: